L’ Istituto degli Innocenti è stata una delle prime istituzioni laiche al mondo ad occuparsi di assistenza ai bambini. Per un’efficace narrazione documentale il Museo offre dieci aree dotate di monitor touch capacitivi, di Sharp.

Nel Museo degli Innocenti sono state realizzate 10 aree dotate di monitor Sharp multitouch, a 10 tocchi, con tecnologia capacitiva. «Siamo stati scelti per curare l’impianto Audio/Video, da anni siamo fornitori di tecnologia dell’Istituto degli Innocenti – ci spiega Giuseppe Ercolino, titolare di MMG, Multimedia Meeeting Group, che aggiunge – nel passato avevamo già realizzato installazioni di sistemi visuali. L’area museale in precedenza non conteneva tecnologia avanzata: ora, invece, abbiamo installato monitor touch di Sharp, a tecnologia capacitiva, che propongono al visitatore del museo contenuti navigabili, per approfondire la conoscenza delle opere esposte. La tecnologia capacitiva offre una user experience superiore, analoga a quella dei tablet e degli smartphone. Abbiamo scelto i modelli LL-S201A, da 20 pollici, e LL-S242AW da 24. I modelli hanno in dotazione una penna con punta da 2 mm, la precisione della scelta è garantita. Inoltre, una delle dieci postazioni è stata completata con un monitor da 60 pollici, PN-E602. In pratica in visitatore naviga con il software attraverso il monitor touch e, grazie al monitor da 60” può visualizzare i dettagli di affreschi e opere d’arte. Una configurazione che evidenzia i benefici della tecnologia, per nulla invasiva: la storia, i documenti, i racconti di vita di questo Istituto rappresentano il vero motivo della visita».